Concorsi a base di Like ? No, grazie

Concorsi a base di Like ? No, grazie

Concorsi a base di Like ? No, grazie

Tre mesi fa Teresa De Masi, blogger di Scatti Golosi, lanciò l’iniziativa di organizzare pubblicamente, attraverso i Blog e i Social Network, una protesta collettiva contro i concorsi i cui vincitori non vengono selezionati da una giuria di professionisti e specialisti del settore, ma decretati sulla base dei “Like” (“Mi piace”) ottenuti, nasce così “Concorsi a base di Like ? No, grazie”

Troverete le motivazioni, in dettaglio, qui.

La giornata di protesta è oggi, 15 settembre 2014.

Se aderisci a questa manifestazione, copia questo post sulla tua bacheca di Facebook (non basta condividerlo), nei gruppi a cui appartieni, in Twitter e, se hai un Blog, pubblicane il testo anche lì.

Perché siamo contrari ai concorsi a base di Like?

  • perché non premiano la bravura e la competenza;
  • perché rappresentano per eccellenza l’anti-meritocrazia;
  • perché sono la versione facebookiana delle lobby, del nepotismo, delle baronie;
  • perché danneggiano anche l’azienda che vi si affida, che finisce per fare spam e non pubblicità;
  • perché non tutti i Like esprimono il reale consenso del pubblico: esiste infatti la possibilità di procurarsi migliaia di Like fasulli grazie all’iscrizione ai gruppi di scambio Like.

Molto meglio una sana e golosa competizione a suon di mestoli, pentole e assaggi visivi, ma soprattutto… che vinca il migliore!

Oggi vengono postati centinaia di messaggi unificati e con lo stesso logo, nella speranza che, insieme, riusciremo a convincere i produttori che esistono altre vie, molto più efficienti ma soprattutto meno mortificanti della caccia al “Mi piace”.

Print Friendly, PDF & Email
ShareShare on Facebook6Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest0Share on StumbleUpon0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*