Latte di Nocciole

Latte di Nocciole

Latte di Nocciole

A volte si scoprono sapori e alimenti cui non si penserebbe neppure, è il caso della ricetta di oggi, il latte di nocciole, che ho scoperto grazie a fonti speciali che ringrazio infinitamente, Erica e Costanza, sempre innovative e salutiste, una magia.

Non è necessario essere vegani per provarlo e gustarlo, il latte di nocciole è un ottimo alimento per chi è intollerante al lattosio e non ama il latte di soia per esempio, oppure una valida alternativa al latte di mandorle più conosciuto.

Rispetto alla ricetta originale di Erica, ho diminuito la dose di acqua da 1 lt. a 800 ml, per avere un latte leggermente più corposo, se lo preferite più leggero aumentate la dose.

Può essere utilizzato per preparazioni dolci o salate, ma anche assaporato al naturale caldo o freddo o, come il latte vaccino, con l’aggiunta di cacao o vaniglia, può essere aggiunto al caffè o al tè, io l’ho provato a temperatura ambiente, un bel bicchiere con una spolverata di cacao, una meraviglia.

Oltre al latte, otterrete da questa preparazione anche l’Okara, che altro non è che la polpa delle nocciole tritate che vi rimarrà dopo aver filtrato il latte, una granella sottile che potrete conservare in frigorifero ed utilizzare per preparazioni dolci, come i biscotti, o salate, prossimamente sperimenterò qualche ricetta per voi.

Pronti? Allora cominciamo

Ingredienti per 1 Lt. di latte:

  • Nocciole sgusciate 200 g
    Acqua 800 ml

Preparazione:

Io ho utilizzato le nocciole già sgusciate e quindi senza pellicina marrone, se le comprate fresche dovrete per prima cosa, sgusciarle e tostarle leggermente in un padellino a fuoco basso, in modo che la pellicina si crepi e venga via più facilmente, questo per evitare che il vostro latte resti troppo amaro.

In una pentola mettete l’acqua e fatela scaldare sul fuoco a 40° circa, non deve bollire, raggiunto il calore unite le nocciole pelate, spegnete il fuoco e lasciatele a bagno per 10 minuti.

Con il frullatore ad immersione, frullate il tutto per pochi minuti, fino a che non ci saranno più nocciole intere.

Lasciate a riposo nella pentola per altri 10 minuti, quindi prendete un colino e rivestitelo con un canovaccio di cotone, l’ideale sono quelli di garza bianchi, ora filtrate il latte, quando la maggior parte di liquido è filtrato, strizzate bene il canovaccio, più volte, in modo che la polpa tritata delle nocciole vi rimanga asciutta.

Latte di Nocciole - Filtro

Conservate l’okara perchè non è assolutamente uno scarto, la potete utilizzare per altre ricette, basterà conservarla in contenitore ermetico in frigorifero, dura parecchio tempo.

Latte di Nocciole - Okara

Una volta che avete filtrato tutto il latte, travasatelo in una bottiglia di vetro e ponetelo in frigorifero, si conserva per 3-4 giorni, come il latte vaccino fresco.

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

  1. Manuela

    Già Erica mi aveva stuzzicato … ora tu mi hai proprio convinto, compro delle buone nocciole e poi lo preparo anch’io! Sono troppo curiosa di assaggiarlo e poi, essendo intollerante al lattosio, direi che è perfetto!
    Ciao cara!

    1. cuochiperpassione Posta autore

      si davvero, Erica mi aveva incuriosito, non potevo non provarlo, anche se non ho intolleranze, mi intrigava il sapore e non si è smentito, è unico e lo preferisco di gran lunga al latte di mandorle, anche se forse bisognerebbe provare anche li quello auto prodotto! 😀 Ho idea di provare anche con i pistacchi che adoro, vedremo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.