Pasta Frolla

Pasta Frolla - Basi

Pasta Frolla - Basi

Ecco un’altra ricetta base e sempre grazie alla nonna, stavolta per i vostri dolci, la pasta frolla, ricca e gustosa, ottima per crostate o biscotti.

Esistono vari tipi di frolla, generalmente variano a seconda degli utilizzi che intendiamo farne, sostanzialmente gli ingredienti base sono gli stessi, variano le quantità e proporzioni tra loro, possiamo tenere presente alcune informazioni generali:

La farina, di tipo 0 o 00 (io preferisco a prima) è l’ingrediente che definisce la quantità di pasta che volete ottenere, gli altri ingredienti sono tutti in proporzione.

Lo zucchero, più è grosso più la pasta frolla risulterà croccante, se volete ottenere una frolla molto sottile e friabile vi consiglio lo zucchero a velo, tra l’altro  quella che preferisco.

Il burro, il compromesso migliore è di usare il 50% rispetto alla farina, in ogni caso potete regolarvi come preferite, tenendo presente che più burro usate più friabilità ottenete.

Le uova, in proporzione sulla farina corrispondono a un tuorlo per etto MENO uno (per 500 g di farina quindi 4 tuorli)

La regola, perlomeno stando sempre alla ricetta della nonna (la mia!), e ai vari utilizzi che ne ho fatto, è quella di utilizzare gli ingredienti ben FREDDI, appena tolti dal frigorifero per intenderci, vale per le uova ma soprattutto per il burro che va ridotto a pezzetti ma lavorato freddissimo.

La ricetta che trovate di seguito è quella della frolla con metodo sabbiato, vedrete poi nel procedimento il perché, se invece volete provare la frolla montata vi rimando alla ricetta delle mie “Esse di frolla montata”

Io solitamente non uso aromatizzarla al limone o arancio, per questione di gusto personale, preferisco l’estratto o i semi di vaniglia, se invece volete utilizzare le scorze di agrumi, la proporzione è di 1 limone o 1 arancio piccolo per 500 g di farina

Ingredienti per 1 Kg di pasta

(8-10 persone o tortiera da 26 cm di diametro)

Farina 0 500 g
Zucchero a velo 200 g
Burro 250 g
Tuorli d’uovo 4
Estratto di Vaniglia 2 cucchiaini
Sale 1 pizzico

Preparazione:

Mettete in un mixer la farina, un pizzico di sale ed il burro freddo a pezzetti, frullate per qualche minuto, sino ad ottenere un impasto sabbioso, versate quindi il composto nella ciotola della planetaria, munita di frusta a gancio per gli impasti solidi.

Aggiungete lo zucchero a velo (o semolato se preferite), i tuorli d’uovo, l’estratto di vaniglia ed iniziate ad amalgamare il tutto a bassa velocità fino a che le uova vengono assorbite dalla farina, quindi portate la velocità a media e terminate di impastare.

Se non avete la planetaria, potete impastare a mano la sabbiatura, formando sulla spianatoia la classica fontana, incorporate lo zucchero e le uova ed iniziate ad amalgamare con la forchetta, quindi procedete con le mani, cercando di essere veloci e manipolando la pasta il meno possibile per non scaldarla.

Avvolgete la pasta frolla nella pellicola trasparente e mettetela a riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.

Trascorso il tempo di riposo, riprendete la pasta, rilavoratela velocemente con la planetaria o a mano, quindi stendetela, aiutandovi con due fogli di carta forno posizionati sopra e sotto la pasta, in modo che non si attacchi al piano o al mattarello.

Stendete la frolla dello spessore necessario alla vostra preparazione finale, solitamente per le crostate si tiene un’altezza di circa 5 mm, mentre per i biscotti si arriva a circa 50 mm.

Print Friendly, PDF & Email
ShareShare on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0Pin on Pinterest1Share on StumbleUpon0Email this to someone

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*