Robiola, Pane e Basilico

Robiola, Pane e Basilico

Robiola, Pane e Basilico

Oggi vi propongo una ricetta che nasce dall’idea dell’amico-chef Andrea Zinno e che ha pubblicato sul suo blog “Tra Pignatte e Sgommarelli”, rispetto alla sua ho modificato l’ingrediente principale, sostituendo la ricotta di bufala, che avevo terminato, con la Robiola , di conseguenza anche il nome della ricetta è variata in Robiola, pane e basilico… altra variante le dosi per i pomodorini disidratati, nel caso voleste provarla, o prepararne due tipi diversi, vi rimando alla ricetta originale.

Le quantità che vi ho indicato sono per due persone, quindi per due torrette, tranne per quanto riguarda i pomodorini, visto che impiegano ben due ore per la disidratazione in forno, vi conviene prepararne di più, serviranno per altri antipasti e si possono conservare in frigorifero per alcuni gorni.
Stesso discorso per l’olio al basilico, dovendo essere frullato, la quantità minima per il piatto non permetterebbe una buona riuscita, anche questo potete conservarlo, chiuso in un barattolo strilizato e messo in frigorifero, per altre preparazioni.

Se volete preparare più aperitivi, magari per una cena tra amici, basterà moltiplicare le dosi per il numero di commensali.

Ingredienti per 2 persone (porzioni)

  • Robiola fresca 60 g
  • Pomodorini ciliegini 20
  • Pistacchi di Bronte sgusciati e non salati 8
  • Pane casereccio 2 fette
  • Basilico 20 foglie
  • Olio extravergine d’oliva 8 cucchiai
  • Pepe bianco q.b.

Preparazione:

Per prima cosa dovete preparare i pomodorini, lavateli, asciugateli e tagliateli in due, quindi eliminate i semi.
Disponete i pomodorini sulla leccarda del forno, rivestita con carta forno, con la buccia rivolta verso il basso.

Salate i pomodorini ed aggiungete un pizzicodi zucchero, in modo che venga ridotta l’acidità ed esaltata la parte dolce

Infornate a 90° per un paio d’ore, i pomodorini devono risultare raggrinziti, toglieteli dal forno e lasciateli raffreddare.

Nel frattempo, preparate l’olio al basilico, inserite nel bicchiere del frullatore le foglie di basilico e 6 cucchiai d’olio d’oliva, azionate alla massima velocità e frullate per qualche secondo, quindi lasciate riposare fino a che i pomodorini non saranno pronti.

A questo punto preparate la granella di pistacchi, metteteli nel mixer e frullateli ad alta velocità fino ad ottenere una granella sottile, non troppo, il pistacchio si deve sentire una volta amalgamato alla robiola.

Mettete la robiola in una ciotola, unite la polvere di pistacchi, due cucchiai di olio al basilico ed una spolverata di pepe bianco, lavoratela con una frusta a mano per circa un minuto, deve avere una consistenza cremosa e deve essere ben amalgamata con tutti gli ingredienti.

Mettete la ciotola con la robiola condita in frigorifero ed iniziate a preparare i crostini di pane.

ricavate dalle fette di pane casereccio, due dischi, io ho utilizzato un coppapasta rotondo, alti circa mezzo centimetro, fate attenzione a prelevare solo la mollica.

In una piccola padella antiaderente, mettete due cucchiai d’olio, quando è ben caldo, aggiungete i dischi di pane, vi consiglio di farne uno alla volta, fateli dorare uniformemente su entrambi i lati.

Prima di girare il disco di pane, assicuratevi che vi sia abbastanza olio, altrimenti aggiungetene, in modo che i lati risultino dorati allo stesso modo.
Fate scolare i dischi di pane su carta assorbente da cucina.

Le preparazioni sono terminate, potete procedere con l’impiattamento, sul fondo dei singoli piatti, mettete il disco di pane, prendete un coppapasta leggermente più piccolo di quello utilizzato per il pane, appoggiatelo sul disco e riempitelo con la robiola aromatizzata, premendo bene per non lasciare spazi vuoti.

Togliete lo stampino, appoggiate un paio di pomodorini sulla robiola, completate con un giro d’olio e magari con un paio di pistacchi interi e qualche altro pomodorino.

 

Print Friendly, PDF & Email

Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

*

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.